Home - Sistema CIA - Pensionati

Pensionati

ANP - Pensionati

ANP - Pensionati

L'Associazione Nazionale Pensionati e Anziani opera per la salvaguardia e la tutela degli interessi di anziani e pensionati, in un quadro di solidarietà tra generazioni. Svolge azioni di ricerca, monitoraggio e promozione in campo socio - assistenziale.
Riportiamo di seguito il documento programmatico del nuovo Presidente ANP di Venezia, Sig. Giuseppe Scaboro, eletto lo scorso 10 novembre 2013.
13.600 iscritti all’Associazione in Provincia di Venezia, 6 sedi zonali, 7 sportelli anziani, 4° Provincia a livello nazionale per iscritti: questa è la forza dei pensionati ANP – Cia da rilanciare e promuovere mettendo in atto politiche di tutela dei propri soci sia con le ragioni dell’agricoltura e della ruralità che rispondendo ai pensionati che provengono da altri settori produttivi.
Al fine di non “deludere le aspettative garantendo a tutti i pensionati sia l’eccellenza dei servizi offerti dall’insieme del sistema Cia, sia politiche di aggregazione e attrazione messe in atto dall’Associazione”.
Sempre più abbiamo bisogno di una ANP radicata nel territorio che sappia individuare le reali esigenze dei cittadini – pensionati attraverso un continuo ascolto e informazione.
Il solco del nostro lavoro dovrà essere imperniato innanzitutto ad allargare l’affiliazione di nuovi pensionati e pensionate:
· dare continuità ai rapporti istituzionali con i Comuni della nostra Provincia e domani anche con quelli dell'area metropolitana VE-PD-TV, intervenendo sulle questioni che toccano, tanto più in questa fase acutissima di crisi economica e sociale, a fondo i nostri pensionati ed anziani, dai servizi locali ai trasporti alla sanità, alla casa alla sicurezza e alla cultura;
· intensificare il rapporto/confronto con la Regione Veneto attraverso il Cupla Regionale per difendere e proporre i legittimi interessi della nostra Provincia a partire dalla sanità e del welfare sociale;
· promuovere incontri nelle prossime settimane con i candidati sindaci delle città e paesi chiamati alle urne (15 Comuni) in Provincia affinchè diano una attenzione particolare, nei loro programmi, del mondo dei pensionati e degli anziani e delle loro necessità;
· incontrare i candidati alle elezioni Europee per verificare se e come i loro programmi siano portatori delle aspettative del mondo della terza e quarta età;
· ricostruire il Cupla Provinciale, quale motore unitario dell'azione rivendicativa e di proposta delle Associazioni dell'agricoltura (Coldiretti, Cia, Confagricoltura) del commercio (Confcommercio e Confesercenti) e dell'artigianato (Confartigianato e Cna) rendendo sistematica la "ricerca delle più ampie intese e delle convergenze tra le associazioni del lavoro autonomo, quale obiettivo da perseguire con ostinato interesse;
· verificare le condizioni per l’attuazione di un centro di raccolta di prodotti (frutta e/o verdura) delle nostre aziende che possono essere acquistate dai nostri soci a prezzi concorrenziali;
· organizzare iniziative politiche - sociali con la CIA: dalla conoscenza della nostra agricoltura, la sua storia e le sue specialità valorizzando il rapporto produzione – ambiente - cibo;
· valorizzare/far diventare l'Associazione centro di dibattito culturale e ricreativo, programmando le varie iniziative di concerto con le realtà zonali. Predisporre un regolamento delle attività, mantenendo la grande Manifestazione annuale di San Martino quale momento unitario dei nostri pensionati;
· rinnovare e sviluppare la Carta Serena attraverso nuovi soggetti commerciali e artigianali;
· attivare nel territorio rapporti con il mondo del volontariato sui temi della solidarietà sociale;
· promuovere con le donne pensionate attività di cultura, di storie di vita vissuta, competenze ed esperienze;
· far emergere le esigenze e gli interessi dei i pensionati iscritti che non provengono dal mondo rurale e che rappresentano circa la metà degli associati, che vanno maggiormente conosciuti e coinvolti e che possono avere interessi diversi proprio provenendo da altre realtà lavorative;
· aumentare la nostra capacità di comunicazione, anche attraverso i nuovi strumenti , non solo per i nostri soci ma anche facendo conoscere la nostra attività al mondo esterno;
· costituire gruppi di lavoro provinciali/zonali su singoli temi, quale metodo per coinvolgere i soci e avvicinarci maggiormente all'utente, "nostra forza e nostro futuro".