Home - Servizi - Sarò un'impresa - - Aprire un agriturismo

Aprire un agriturismo

Tutti gli agriturismi sono regolati dalla legge-quadro nazionale Legge 20 febbraio 2006, n. 96. comparsa sulla Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16 marzo 2006, a cui fanno seguito leggi ad hoc sviluppate in autonomia dalle singole regioni. E’ a quest’ultime che si deve far riferimento. Ecco un breve elenco degli adempimenti necessari per l’apertura di un agriturismo: apertura della partita Iva; conto fiscale; iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio; iscrizione al registro regionale degli operatori agrituristici; autorizzazione del sindaco per lo svolgimento dell’attività; Inps; Inail; autorizzazione dei Vigili del Fuoco; autorizzazione per l’installazione delle insegne e dei cartelli segnaletici stradali; libretto di idoneità sanitaria, autorizzazione sanitaria per i locali; tassa sui rifiuti. Per avviare un agriturismo occorre poi l’autorizzazione rilasciata dal Comune. Non esiste però un iter amministrativo unico per ottenerla: ogni regione stabilisce le procedure e i documenti necessari in autonomia. In generale le regioni istituiscono elenchi regionali o provinciali dei soggetti idonei all’attività agrituristica: l’iscrizione a questi elenchi è subordinata alla verifica di alcuni requisiti. Una volta ottenuta l’iscrizione presso le Commissioni provinciali per gli possono eseguire le opere di allestimento degli alloggi, dei punti ristoro e dei servizi ricreativi e non.
Per prima cosa, va valutata la disponibilità di edifici, locali e spazi aperti da destinare all’accoglienza. Questi, infatti, devono essere adatti al tipo di servizio che intende organizzare (alloggio, ristorazione, campeggio, attività culturali e ricreative). In base alle leggi regionali e statali che disciplinano l’agriturismo, si deve calibrare la dimensione consentita all’attività agrituristica in modo che non sovrasti quella agricola, pena la perdita dell’abilitazione. Per aprire un’attività agrituristica è necessario:

  • presentare alla Provincia, dove avrà sede l'attività agrituristica, domanda di riconoscimento dei requisiti e di approvazione del Piano Agrituristico Aziendale mediante l'utilizzo dell'apposita procedura telematica;
  • presentare al Comune, in cui avrà sede l'attività agrituristica, modello SCIA (segnalazione certificata d'inizio attività)